Italian English
LogoHome2018.gif

Giuria

La Giuria che ha valutato le opere in concorso per l'edizione 2004 è stata composta da:
Enzo Sisti
Francesco Frigeri
Ennio Guarnieri
Vincenzo Marra
Rean Mazzone
Valerio Nataletti
Galliano Passerini
Francesco Patierno

{module ShareThis for Joomla!|none}

Stampa Email

Peppone & Don Camillo

mostrabrescello1

Ricordando don Camillo e Peppone: Locandine foto e oggetti all'IFF la mostra di Brescello

C’era una volta un paesino chiamato Brescello. […] Sempre diversi ma sempre uguali sono il parroco Don Camillo e il sindaco Peppone, i fieri capi delle due opposte fazioni. Brescello, visto da destra è il paese di Don Camillo, visto da sinistra è il paese di Peppone. Visto dall’alto è un paese dove gli avversari si battono duramente, ma senza diventare nemici e la voce della coscienza ha sempre l’ultima parola (dal film Compagno don Camillo). Grazie alla Pro loco del Comune di Brescello sono stati esposti in occasione del Festival di Ischia Locandine, Foto, Manifesti cinematografici ed alcuni degli oggetti che rievocano il passato cinematografico di Brescello e che contribuiscono a mantenere vivo il ricordo delle creature nate dalla penna di Guareschi.

mostrabrescello3 mostrabrescello4

{module ShareThis for Joomla!|none}

video_playsxTutte le mostre

Stampa Email

Passion

mostrapassion1jpg

Mostra "Passion" Backstage fotografico di Philippe Antonello sul film di Mel Gibson

Antonello, vincitore di vari premi fotografici ed autore delle foto di libri firmati da registi come Zeffirelli, Olmi, Salvatores e Soldini, è stato il fotografo di scena di “La Passione di Cristo” ed ha potuto così realizzare questo artistico “dietro le quinte” in parte ambientato nel suggestivo scenario dei sassi di Matera. Philippe Antonello: “la mia esperienza fotografica su Passion”

Tutte le foto presenti alla mostra all'Ischia Film festival sono state realizzate a Matera e a Cinecittà. Ognuna di esse rappresenta la crocifissione e la via crucis. Questi scatti si differenziano da quelli di scena, perché il punto di vista dell’inquadratura è il mio e non quello della macchina da presa. Grazie a Gibson ho potuto realizzare un lavoro completo ,ricco di momenti felici, tristi, passionali,grazie a un regista dotato di un grande senso visivo; un giorno ha visto che lo stavo fotografando per scherzare ha tirato fuori un naso finto, poi capendo che poteva essere una buona immagine si è tolto il naso ha alzato il viso e c’era l’inquadratura perfetta.

{module ShareThis for Joomla!|none}

video_playsx
Tutte le mostre

Stampa Email