Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Focus Germania

Postato in Storia del Festival - IV edizione 2006

Dal 13 al 24 Giugno 2006 la Germania è stata la nazione protagonista dell’Ischia Film Festival grazie ad un Focus dedicato al cinema tedesco, che ha raccontato e valorizzato la Germania del presente, i suoi luoghi e la sua anima, sempre in costante trasformazione. Tra gli ospiti gli attori tedeschi Dennis Moschitto e Ralph Palka che insieme a Michelangelo Messina hanno introdotto i film durante le serate al Castello Aragonese.

Particolare attenzione è stata riservata alla città di Berlino, a cui sono stati dedicati tre titoli importanti: “Goodbye Lenin” (2003) di Wolfgang Becker, “Lola corre” (1998) di Tom Tykwer e “Il cielo sopra Berlino” (1987), indimenticabile capolavoro di Wim Wenders e accorato atto d’amore verso una città e i suoi abitanti. Ma c’è anche l’Amburgo meticcia di “Kebab connection” (2005) commedia etnica diretta da Anno Saul ed allora inedita in Italia.

La direzione artistica del Festival ha ritenuto giusto omaggiare la Germania e la sua cinematografia più recente, se non altro perché, pur essendo una cinematografia geograficamente assai vicina, non è conosciuta nel nostro paese come dovrebbe. L’isola d’Ischia, poi, ha una lunga tradizione turistica legata alla Germania ed ai tedeschi, da sempre gli ospiti stranieri più affezionati alla sua terra e alla sua cultura Inoltre tra i film selezionati per il concorso ufficiale, altri due battevano bandiera tedesca: “Capri you love”, di Roger Donaldson (presentato in anteprima assoluta) e “Il cane giallo della Mongolia” della giovane regista Byambasuren Davaa, già vincitrice nell’edizione 2005 del premio Ischia come miglior film straniero con “La storia del cammello che piange”.


Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com